• Home
  • News
  • Quando le rotture delle vetrate isolanti rientrano/non rientrano nella garanzia

Quando le rotture delle vetrate isolanti rientrano/non rientrano nella garanzia

sostituzione-vetri-a-domicilio-Catanzaro.jpg

Quando le rotture delle vetrate isolanti rientrano/non rientrano nella garanzia

Le vetrate isolanti sono un prodotto industriale per cui devono essere valutate, innanzitutto, per le prestazioni richieste dal cliente finale come: termica, acustica, sicurezza .... e solo, successivamente per estetica.

Per evitare che i notevoli vantaggi apportati dall’impiego di vetrate ad alto potere termoisolante vengano compromessi da rotture impreviste, è necessario che il cliente finale, con il supporto di uno specialista, verifichi che i vetrocamera, che verranno forniti, non siano sottoposti a sollecitazioni termiche oltre i limiti accettabili.

Le vetrate isolanti Glass6therm tradizionali inserite su tutto il perimetro in serramenti, come anche le vetrate isolanti prodotte dal gruppo Climalit della Saint Gobain, possiedono una garanzia decennale contro l'eventuale appannamento che si potrebbe generare nel tempo nell'intercapedine.

Si segnala che le vetrate isolanti che prevedono le seguenti tipologie di applicazione: le applicazioni di vetrine ( superfici maggiori a 4 mq ); intelaiature solo parziali ( es. pavimento e soffitto ) , fissaggi per punti, presenza nella camera di tende o veneziane, presenza di valvole altimetriche o di tubi capillari; la garanzia contro l'eventuale appannamento risulta essere quella minima di legge cioé due anni.

Nessun produttore europeo garantisce la vetrata isolante nel suo complesso, in quanto i deterioramenti sono riconducibili a infinite cause.

La legge per il prodotto delle vetrate isolanti prevede una garanzia di due anni ( in quanto non rientra nei prodotti a tenuta strutturale come le travi ... ), ovviamente sempre che le rotture o il deterioramento non sia dovuto ad un uso improprio o a sollecitazioni termiche (stress termico).

In molteplici casi non si riesce a prevedere che il vetrocamera si possa rompere, ed é per questo motivo che è necessario prevedere una clausola, nella polizza assicurativa dell'edificio, che contempli anche le rotture delle vetrate isolanti. Successivamente sarà cura del perito dell'assicurazione valutare se la rottura é dovuta ad una impropria posa in opera od ad una impropria lavorazione effettuata sul vetro e di conseguenza fare rival sa sul produttore/installatore . (Ad esempio nel campo automobilistico é diventata consuetudine far e una polizza cristalli nonostante quasi tutti i vetri sono temprati e di conseguenza non possono rompersi per sollecitazioni termiche naturali). In questo caso, i paesi di lingua tedesca specificano e sottolineano che il vetro, pur essendo un ottimo prodotto industriale ma pur sempre vetro, può avere nel tempo delle rotture (non dovute a cattiva lavorazione della vetreria o ad una cattiva installazione). Quindi è fortemente consigliato, al cliente finale, di stipulare una polizza per l'eventuale rottura dei cristalli. 

crea il tuo prodotto personalizzato e Richiedi ora un preventivo!